Home>Centro Ipertensione>Presentazione


Presentazione

Il Centro ha iniziato la sua attività sotto la guida del Prof. Bruno Trimarco  nel 1980. In questi anni l'attività si è sviluppata nel campo della ricerca sperimentale, in quella clinica ed in una attività assistenziale ambulatoriale di tipo clinico integrata da valutazioni diagnostiche specialistiche strumentali dell'apparato cardiovascolare.

Le aree di interesse scientifico sviluppate sono state oggetto di pubblicazioni scientifiche principalmente su riviste internazionali a rigido controllo redazionale e sono documentate dalle oltre 800 pubblicazioni edite a stampa.

Le aree di studio hanno riguardato principalmente la Fisiopatologia dei meccanismi di controllo dell'omeostasi pressoria, della circolazione coronarica e del circolo polmonare, il metabolismo glicidico, l'epidemiologia e la diagnostica strumentale del danno d'organo cardiovascolare e la farmacologia clinica e la farmacogenomica dell'ipertensione arteriosa.
L'attività di ricerca è svolta attualmente nel Laboratorio di fisiopatologia molecolare cardiaca e vascolare del Centro e riguarda le seguenti linee di ricerca:

  • Meccanismi di regolazione del segnale beta-adrenergico vascolare
  • Terapia genica della disfunzione endoteliale in modelli animali sperimentali
  • Determinazione dei polimorfismi dei recettori adrenergici
  • Basi molecolari della interazione fra stimolazione adrenergica e segnale insulinico
  • Correlazioni fra insulino-resistenza e morte cellulare nei cardiomiociti

 

Per quanto riguarda l'attività assistenziale essa si è sviluppata su tutto il territorio regionale con un bacino di utenza costituito da oltre 20.000 soggetti visitati nel corso di questi anni e di cui oltre 10.000 inseriti in un archivio informatizzato.

Il Centro garantisce attualmente:

  • programmi di educazione sanitaria della popolazione con particolare riguardo ai soggetti a rischio cardiovascolare e di formazione del personale sanitario e parasanitario;
  • programmi di prevenzione cardiovascolare e di verifica delle attività di diagnosi e cura agli standard ed alle linee-guida nazionali ed internazionali;
  • disponibilità di tutte le metodiche rese possibili dal progresso scientifico e tecnologico, con particolare riguardo a quelle per il depistaggio delle forme secondarie d'ipertensione, per la diagnosi del rischio cardiovascolare e delle patologie coesistenti, per l'individuazione precoce e la caratterizzazione funzionale dei danni d'organo;
  • disponibilità delle metodiche di analisi genetica degli ipertesi e dei loro consanguinei;
  • disponibilità di raccordi interdisciplinari per la specialità di cardiologia, endocrinologia, nefrologia, neurologia, oculistica, radiologia interventistica, chirurgia cardiaca e vascolare;
  • ricerca di fase IV sui prodotti ammessi alla vendita al pubblico
  • terapia intensiva delle complicanze d'organo cardiovascolari e delle emergenze ed urgenze ipertensive;
  • servizio continuativo di consulenza telematica per i pazienti seguiti in follow-up;
  • collaborazione con gli organi di sanità pubblica quale osservatorio epidemiologico in ambito regionale;
  • Follow-up del paziente iperteso.

 

Quest'ultimo aspetto viene assicurato con l'ausilio della tecnologia informatica che consente uno stretto collegamento tra i diversi gestori dell'assistenza sanitaria presenti sul territorio (Medici di Medicina Generale e Centri specialistici).

 

E' disponibile un sistema di prenotazione telematica mediante internet e la disponibilità in rete, mediante accesso protetto, della cartella clinica e degli esami strumentali effettuati con visione sia dei referti che delle relative immagini.Attualmente è operativa, nell'ambito del progetto "Campania Salute - Card " una struttura di gestione dei dati con accesso via Rete secondo le più recenti indicazioni tecniche e normative comunitarie.

Tale data-base, ad accesso distribuito, condiviso mediante la rete internet da quindici centri specialistici dislocati nelle diverse province della regione Campania e dai Medici di medicina generale, contiene le informazioni sanitarie introdotte dai singoli Operatori.

 

La completa informatizzazione dell’attività del Centro consente non solo la prenotazione di visite ed esami strumentali per via telermatica per i pazienti seguiti in follow-up ma rende anche disponibile per i pazienti un libretto sanitario telematico che consente una collaborazione con i Medici di Medicina Generale, i quali possono accedere ai dati clinici e strumentali dei loro pazienti sia per la consultazione che per la redazione (apertura ex novo o inserimento di dati in cartelle gia’ esistenti).

Il sistema si presenta come un ambiente integrato, con un sistema di accesso dedicato ad una cartella sanitaria telematica focalizzata sulle problematiche cardiovascolari ma contenente anche informazioni di patologie coesistenti con codificazione mediante standard europei (IDC).  Esso rappresenta un contenitore condivisibile di dati clinici per un collegamento bidirezionale fra il Centro e i Medici di Medicina Generale.
Sono anche possibili confronti temporali degli stessi esami diagnostici con particolare riferimento anche alle immagini statiche e dinamiche degli esami cardiologici. I referti degli esami possono anche essere resi disponibili sull’archivio individuale dei Medici di Medicina Generale che utilizzino il data-base millewin.

Obiettivo del sistema è stato migliorare i processi di cura mediante una efficiente interconnessione del livello primario (medici di medicina generale) e secondario (assistenza ospedaliera), con un migliore e più tempestivo scambio di informazioni sui trattamenti proposti e ricevuti, sulle terapie in atto e sugli eventi di rilevanza clinica per una idonea identificazione dei bisogni degli assistiti.


 

Prof. Bruno Trimarco

 






  Informativa sulla Privacy | Avvertenze
Condizioni generali di utilizzo e consultazione del sito
Contatti
Data ultimo aggiornamento 02/09/2005